Cerro al Volturno. Torna AMoCe con Presa di Coscienza '22

30.07.2022

La rassegna di arte contemporanea si svolgerà il 2 e 3 agosto

Torna il Collettivo AMoCe di Cerro al Volturno e torna con la sua proposta artistica. Torna con la sua convinzione che la Cultura sia il vero strumento per attivare lo spazio pubblico, il valore supremo che sta alla base dei tratti caratterizzanti di un popolo. Torna muovendo dall'idea di ridare centralità al centro del paese per renderlo non più marginale e periferico. Lo fa attivando artisticamente e socialmente precisi luoghi attraverso murales, installazioni e performance - oggi perfettamente inserite in canoni istituzionali - ma che tuttavia hanno ancora una funzione impattante e "scomoda" perché il centro - come spiega magistralmente Giammarco Rossi nel suo studio Sull'attivazione dello spazio pubblico, l'Arte e la Storia come argini alla cristallizzazione della memoria, pubblicato sul terzo numero della Rivista Saperi Territorializzati del CISAV - è spesso vittima di una storia monumentale e antiquaria... quasi disincarnata, avulsa dal vissuto.

Torna al Rione Castello di Cerro al Volturno il 2 e 3 agosto con Presa di Coscienza '22 in cui protagonista è il ruolo della donna, marginale e centrale in una società dinamica e spietata, in cui l'odio ha massacrato la compassione, in cui l'umanità cristiana e manzoniana è stata messa alla porta da quella che Montale chiamò la «divina Indifferenza». Una riflessione sociale sì... in punta di piedi, ma anche politica e battagliera, affinché la donna, ma più in generale l'individuo, possa vivere in perfetta serenità con in tasca la romantica idea della libertà e la certezza della fratellanza, fulcro centrale dell'esistenza.

Il programma proposto per la due giorni prevede l'apertura della rassegna con visita guidata ai murales alle ore 18.00 di martedì 2 agosto, cui seguiranno alle ore 19.00 i saluti istituzionali e l'esposizione del Murales Presa di Coscienza '22. Sarà poi la volta della live performance "Un volo molto rapido" e a concludere la prima giornata un dj set a partire dalle ore 23.00.

Mercoledì 3 agosto, invece, sarà il momento della riflessione. Alle ore 18.00 apertura della rassegna e a seguire il Convegno sul tema "Dal potere al possibile" con gli interventi della dott.ssa Maria Grazia La Selva responsabile del CAV Liberaluna che parlerà di "Ascolto e accoglienza nei Centri Antiviolenza"; a seguire l'Avv. Maria Calabrese parlerà di "Misure di protezione per le donne e per i minori"; concluderà la psicologa Emanuela Teresa Galasso con un intervento su "Violenza e conseguenze psicologiche".  

Un Appuntamento che QuintaPagina seguirà da vicino raccogliendo le voci dei protagonisti.

©Produzione riservata

Segui la nostra informazione anche su Facebook, su Twitter o unendoti al nostro canale WhatsApp