Come una piccola nuvola sul tratturo, successo a Pescolanciano per Pierluigi Giorgio

17.08.2022

Una bellissima serata quella vissuta ieri a Pescolanciano nella magica Neviera di Agapito, nel contesto sempre affascinante del Castello D'Alessandro, dove ha avuto luogo la presentazione del libro di Pierluigi Giorgio "Come una piccola nuvola". Tante le persone accorse per l'occasione inserita nel calendario delle "Letture tra le mura del Castello" dell'Associazione IntraMontes.

A dialogare con l'autore, per un duo ormai affiatato, il nostro direttore Paolo Scarabeo che lo ha accompagnato nella lettura e presentazione dei racconti di cui il libro è costituito.

La serata è stata occasione per "ripercorrere" quel pezzo di tratturo tanto caro a Pierluigi Giorgio, che tanto di sé ha speso, fino a percorrere a piedi 250km di tratturi, per riportare l'attenzione sulla protezione delle vie della transumanza, narrando lungo il tragitto storie dei luoghi attraversati, e per "ricordare" la figura di un caro amico, quale fu Mimmo Pellegrino. Un'attenzione, quella richiamata sui tratturi, di cui c'è ancora un grande bisogno, un tema sempre caldo che richiede premura e riguardo.

Di particolare rilievo nella serata, certamente la lettura dei racconti che nel libro parlano di Pescolanciano, "paese nato tutto sul largo tratturo Castel di Sangro-Lucera" e della "Leggenda del Narratore Ambulante" che... "molti anni fa videro arrivare dal vecchio sentiero che giù dalla valle s'inerpicava pian piano su per il paese... lo videro arrivare su un carro blu, un po' sgangherato tirato da un cavallo (...). S'intenerì qualcuno e volle offrirgli un po' di spiccioli o un bicchiere di vino, ma il forestiero s'illuminò d'un tratto in un sorriso e improvvisando e amalgamando rime e prosa insieme, con tutto il fiato che aveva ancora in gola, declamò senza indugio: 

"Gente che qui vivete, sono un narratore ambulante... venite e ascoltate le vostre proprie storie o di lontane lande... Saran per voi riflesso, identità e specchio; dal pozzo buio del tempo ne tirerete un secchio".

Una serata di ricco spettacolo, impreziosita da video e musiche scelte di e con Pierluigi Giorgio che hanno dato al racconto che lì si stava facendo quel di più che rende capace un messaggio di penetrare nel cuore degli uditori e spingerlo a profonde riflessioni... quel di più che rende capace una storia di ieri di essere messaggio per oggi.

©Produzione riservata

Segui la nostra informazione anche su Facebook, su Twitter o unendoti al nostro canale WhatsApp