Costruire in arte e costruire nella vita. L'omaggio a Pavese diventa un podcast

09.09.2022

Erano andati in scena lo scorso 27 agosto nella "Villa Neri" di Rocchetta al Volturno, Emidio Ranieri Tomeo e Giammarco Rossi, nel contesto della rassegna "La Ricchezza Nascosta", la brillante iniziativa con cui, in quattro appuntamenti, i giovani volontari del Servizio Civile di Rocchetta al Volturno hanno voluto "far luce sulle opportunità non viste, su valori e stili di vita che sembrano solo immaginari ma che possono divenire realtà", con una brillante ed originale performance, molto apprezzata dai molti presenti, di musica e parole durante la quale avevano riletto Pavese...

Sì, Cesare Pavese, uno degli autori più importanti della letteratura italiana del Novecento, che per il suo stile e per il modo di affrontare alcune tematiche rappresenta una delle pietre miliari del Novecento italiano. 

Musica, parole e tanto ingegno... poteva essere sintetizzata così quella serata... in cui era "andato tutto alla grande - come ha scritto Giammarco Rossi sul suo profilo Facebook - tutto che nemmeno avevamo immaginato così"... fino ad ammettere il timore iniziale "Non è facile leggere e parlare di un gigante come Cesare Pavese senza cadere in patetici banalismi scolastici e canonici. Abbiamo parlato con un Pavese restìo e battagliero, in perenne contrasto con il suo esistere".

Ebbene, a riprova del fatto che quando si fa cultura, e lo si fa in modo intelligente, non bisogna mai aver paura di osare, quella performance è diventata un podcast... e sarà pubblicato il 14 settembre alle ore 12.00, come ha simpaticamente annunciato Emidio Ranieri Tomeo sul suo profilo Facebook: "Sono molto felice di annunciarvi che il 14 settembre alle ore 12:00 sarà pubblicato il podcast frutto di questa tanto recente quanto proficua collaborazione con un fantastico compagno di viaggio: Giammarco Rossi, il quale ringrazio pubblicamente per i bellissimi confronti avuti in questi giorni e il piacevole lavoro svolto insieme.

Voglio ringraziare nuovamente coloro che, a scatola chiusa, ci hanno offerto la possibilità di manifestarci in pubblico, innescando un susseguirsi di ragionamenti e dialoghi che ci hanno condotto a questo podcast oggi: i ragazzi del servizio civile di Rocchetta - in particolare Francesco Centracchio.

Infine, ringrazio tutti coloro che ci hanno mostrato sinceri apprezzamenti per la performance del 27 agosto scorso e ci hanno continuamente stimolato a portare avanti il lavoro: ora potrete risentirci anche durante gli spostamenti in auto... assicuratevi però di avere almeno un'ora di viaggio!"

Non resta che attendere il 14 settembre... ma nel frattempo non possiamo esimerci - come Redazione - dal complimentarci con questi due giovani intellettuali per il loro lavoro.. e la qualità della loro offerta culturale, che ci auguriamo sia solo la prima di una lunga serie... con la stessa semplicità ed autoironia... che sono il segno distintivo dei grandi.

©Produzione riservata

Segui la nostra informazione anche su Facebook, su Twitter o unendoti al nostro canale WhatsApp