"Dal potere al possibile", con Libera Luna Onlus, AMoCe chiude in bellezza

04.08.2022

Si è conclusa ieri sera a Cerro al Volturno l'Edizione 2022 di AMoCe, la rassegna di arte contemporanea, con la sua "Presa di Coscienza". Una due giorni in cui Arte, musica, parole sono state orientate a riflettere sul tema della donna, della sua dignità e - purtroppo - della violenza di cui troppe volte è vittima. Una manifestazione che quest'anno ha voluto essere l'abbraccio di Cerro al Volturno a Romina De Cesare e alla tragedia di cui è stata vittima nello scorso mese di Maggio.

Ieri si è celebrata la serata conclusiva con l'intervento dell'Associazione Libera Luna Onlus, che da otto anni ormai è votata all'assistenza delle donne vittime di abusi e violenza, con il Centro Antiviolenza Libera Luna... che ha trasformato l'arte in racconti di vita vissuta e in azioni concrete di contrasto del fenomeno e di aiuto alle donne.

Una serata di grandissima intensità, in cui le ospiti, senza giri di parole hanno guidato la riflessione dei presenti su quanto diffuso e troppo spesso sottaciuto o sottovalutato sia il tema della violenza contro le donne nelle sue multiformi sfaccettature... su come il pregiudizio, il peso di una scelta e la paura di non farcela diventino il freno più grande che inibisce alla denuncia e dunque non consente alle vittime di potersi liberare dei propri carnefici. Su come spesso un amore frainteso diventi ostacolo nell'aiuto. Di quanto terribilmente diffuso sia tutto questo e quanto difficile sia riuscire ad aiutare le donne e condurle ad una vera presa di coscienza che possa significare salvare vite. 

Ad approfondire il tema con grande competenza e rendendo accessibile a tutti la comprensione dell'argomento sono state Maria Grazia La Selva, Presidente dell'Associazione Libera Luna Onlus, che ha approfondito il tema dal punto di vista dell'Ascolto e accoglienza nei Centri Antiviolenza, la dottoressa Emanuela Teresa Galasso, psicologa del CAV Libera Luna che ne ha sviscerato gli aspetti psicologici e l'Avv. Francesca Di Stefano, che ne ha chiarito gli aspetti burocratici e legali.

Nel suo saluto il Sindaco Di Ianni ha voluto ringraziare il Collettivo AMoCe per l'impegno straordinario che da tre anni profonde nella diffusione della cultura e dell'Arte nella comunità, proponendosi di fare ancora di più e fare ancora meglio perché questa manifestazione possa avere una risonanza più grande e raggiungere tutta la visibilità che merita.

Un plauso è stato rivolto al Collettivo anche dalla Presidente La Selva, che ha ringraziato per la sensibilità dimostrata verso un tema così importante e decisivo e ha incoraggiato il percorso culturale verso una sempre maggiore attenzione.

©Produzione riservata

Segui la nostra informazione anche su Facebook, su Twitter o unendoti al nostro canale WhatsApp