Isernia, il Csv premia l'Odg Molise

02.07.2022

Anche la Giunta Regionale va incontro alle esigenza dell'Ordine con un contributo finalizzato alla formazione permanente dei giornalisti

Ieri sera l'Ordine dei Giornalisti del Molise ha ricevuto un premio dal Csv, al termine del corso formativo deontologico presso il chiostro del Municipio di Isernia. Un evento importante e molto partecipato, sulla rivoluzione della donna alla guida del terzo settore e dello sport, sul linguaggio e la differenza di genere. 

"E' stata una serata culturale molto densa di significato - commenta il presidente Odg Molise Vincenzo Cimino - alla quale l'Ordine ha contribuito con docenti e relatori di spessore. Un evento che ha messo in luce anche l'importanza dell'Ordine e della categoria come portatori di processi culturali della società e della futura classe dirigente di questo paese, che nasce appunto dalla famiglia, dal terzo settore, dalla scuola e dalla comunicazione".

Nel frattempo, la Giunta regionale del Molise, con propria delibera, ha stanziato 20 mila euro per la Formazione professionale continua dei giornalisti. Il provvedimento rientra nell'ambito di quanto previsto dalla Legge regionale 11/2015 (Disciplina del sostegno all'editoria locale) e in particolare dell'art. 10 che stabilisce: "La Regione, nell'ambito delle norme statali, regionali e comunitarie che disciplinano le attività di formazione professionale e in considerazione degli obblighi di formazione continua e permanente per i giornalisti, può contribuire, anche su proposte dell'Ordine regionale dei giornalisti, alla realizzazione di appositi corsi di formazione professionale, anche con riferimento alle figure di personale tecnico maggiormente richieste dalle imprese editoriali". 

Per l'Esecutivo, dunque, "anche mediante i corsi di formazione professionale si riconosce e garantisce il pluralismo dell'informazione locale quale promotore di crescita sociale e culturale, nonché di partecipazione dei cittadini alle attività di interesse generale".

©Produzione riservata

Segui la nostra informazione anche su Facebook, su Twitter o unendoti al nostro canale WhatsApp