"La sposa cerrese nel tempo". Tutto pronto per la X Edizione

13.08.2022

A Cerro al Volturno si stanno curando gli ultimi dettagli per una grande edizione del classico dell'estate cerrese... "per ricominciare"...

Tutto pronto a Cerro al Volturno per quello che è ormai un appuntamento immancabile nell'estate cerrese: "La sposa cerrese nel tempo", giunto alla sua Decima Edizione. Una manifestazione a cui l'intera comunità è molto legata a cui la Pro Loco sta lavorando senza risparmiarsi. L'appuntamento è per domenica 14 agosto nel "teatro naturale" di Piazza Santa Maria, nel Rione Castello, ai piedi del castello Pandone, alle ore 20.00... dove in queste ore fervono i lavori di allestimento e cura degli ultimi dettagli.

La Regia sarà ancora una volta di Mario Rossi, che nel tempo ha studiato e approfondito e arricchito la manifestazione con dettagli della cultura e della tradizione cerrese dandole un tocco di nuovo slancio, capace di portare lo spettatore dentro la celebrazione del matrimonio a Cerro al Volturno... con le sue tradizioni e quei momenti di festa che ormai sono avvolti nella nebbia del tempo che trascorre inesorabile: ricostruisce i momenti del rito del matrimonio di un tempo, come per esempio la dodda, r'zanzan, la palma, la taulata, la pizza doc; momenti questi intervallati dalla sfilata di abiti da sposa non soltanto di Cerro al Volturno ma dell'intera provincia di Isernia.

Era nata nel 1991 "La sposa cerrese nel tempo", ad opera dell'Associazione Socio Culturale "Il Germoglio" sotto la regia di Silvana Verrecchia Izzi, per essere poi ripresa nel 2015 dall'Amministrazione Comunale di Remo Di Ianni e dalla ricostituita Pro Loco Cerrese 1982 e da quel momento è divenuto un appuntamento immancabile, quasi una caratterizzazione culturale dell'estate cerrese, a cui l'Amministrazione tiene in modo peculiare. 

"E' una manifestazione che come Amministrazione abbiamo fortemente voluto riprendere e custodire e rafforzare - ha detto il Sindaco Remo Di Ianni, raggiunto dalla nostra Redazione - per la fortissima valenza identitaria che ha per la nostra Comunità. Ripercorre la nostra storia, le nostre tradizioni, i nostri costumi. Quello che Cerro al Volturno è stato nel tempo, con questa manifestazione viene consegnato ai giovani perché ne facciano tesoro, perché si riscoprano nella storia importante di un paese che affonda le sue radici nella notte dei tempi, tempi di signori e di castelli, tempi di stenti e di operosità, tempi di grandi sacrifici e di profondo orgoglio. Vogliamo che diventi in qualche modo il racconto che Cerro al Volturno fa di sé, la "vetrina" con cui si presenta non solo a visitatori e turisti, ma all'intera regione e perché no all'intero Paese. Da parte nostra faremo tutto ciò che occorre perché questo si realizzi".

©Produzione riservata

Segui la nostra informazione anche su Facebook, su Twitter o unendoti al nostro canale WhatsApp