Pensieri siolti...scritti a matita. Appuntamento a Pesche

31.08.2022

Continua il cammino di "Pensieri Sciolti... scritti a matita", è la volta di Pesche (IS) dove, nell'ambito dell'iniziativa "Aperitivo con l'autore" nata da un'intesa tra l'Associazione Culturale "don Milani" e il B@ricentro Coffee and Concktail Bar, sarà presentato nella serata di giovedì 1 settembre alle ore 19.30 in Piazza San Giovanni.

L'iniziativa pensata per lo scorso 25 agosto, era stata immediatamente sospesa per volontà dell'autore non appena si era saputo della tragica sorte del caro Modestino Vespa... viene ora riproposta con una modalità diversa che vuole essere anche un momento per ricordare il giovane scomparso.

A guidare la serata sarà Elisabetta Esposito, che dialogherà con l'autore entrando tra le righe del libro per raccontarne trame "nascoste" e aneddoti. Sarà un'occasione per l'autore per ritrovarsi anche con tanti amici con cui ha condiviso anni importanti e tante iniziative...

Nella circostanza i presenti potranno usufruire dei servizi del B@ricentro per accompagnare l'evento culturale con un aperitivo.

"Quando si riflette su un libro di racconti, - ha scritto (qui) Egidio Cappello, parlando del libro - è necessario conoscerne l'autore. Il racconto non riguarda fatti di cronaca, che possono non rinviare al mondo interiore di chi racconta, ma è comunicazione di esperienze, è testimonianza, è spaccato di vita, è dialogo, è attesa. Il racconto è una produzione creativa molto particolare. Il mondo dell'autore è lo stesso del mondo del racconto. Non ci sono tempi diversi, linguaggi diversi, storie diverse.

Nel racconto c'è una straordinaria unità temporale e spaziale, che non annulla le diversità storiche, sociali ed umane, ma le compone come un'armonia fa con le note, come un fiume che si alimenta della diversità dei rivoli che pur difende fin quando li consegna al mare. E' questa la caratteristica del racconto: l'autore si fa spazio fino a diventare personaggio e mentre racconta angoli anche lontani della vita, racconta di se stesso. La più preziosa delle virtù di chi racconta è entrare sulla scena, assumendo il copione che ritiene più appropriato: pronto a gioire, a soffrire, pronto a riflettere sulla posizione assunta. E' l'anelito dell'autore di questo libro. Entrare nella storia, vivere la storia, scrutare la propria storia. Non c'è in lui un passato lontano, da rivedere, da rivisitare, da ricordare: il racconto vivifica a tal punto l'evento, da renderlo presente, da renderlo progetto, da renderlo futuro. Mentre guarda la sequela degli avvenimenti, nella quale è protagonista, l'autore fa del futuro il proprio tempo.

Nelle sue storie egli guarda e si guarda; è la sua ragione che fissa lo specchio e si rivede mentre cede a presunte debolezze, mentre lotta contrastato e combattuto, e mentre ritorna in se stessa, con coraggio e determinazione".

Un appuntamento che sarà occasione per entrare in contatto con il mondo del libro e del suo autore.

©Produzione riservata

Segui la nostra informazione anche su Facebook, su Twitter o unendoti al nostro canale WhatsApp